Tre ingredienti molto comuni con un condimento che li rende particolari.

FOSFORO

ALTO+

POTASSIO

ALTO

COLESTEROLO

MEDIO
Per una porzione cotta (1/4):

  • Proteine          25 g
  • Calorie            316
  • Potassio          24*
  • Fosforo           Molto alto
  • Lipidi              15 g
  • Colesterolo     75 mg
DOSI PER 4 PERSONE
TEMPO DI PREPARAZIONE 2 ORE

INGREDIENTI

  • 1 petto di pollo intero del peso di circa 400 g
  • 4 patate del peso di circa 100 g cad.
  • 16 asparagi per un peso di circa 500 g (puliti circa 300 g)
  • 3-4 gambi di prezzemolo
  • 1 gambo di sedano
  • 2 scalogni
  • Pepe nero
  • Sale grosso

PER IL CONDIMENTO

  • Erba cipollina – 2 cucchiai tritata fine
  • Limoni – 1 spremuto
  • Olio extra vergine – 4 cucchiai
  • Fior di sale – q.b.
  • Pepe nero – q.b.

ESECUZIONE

Dividete il petto di pollo in 4 pezzi eliminando eventuali parte grasse.
Mettete in una pentola il prezzemolo, il sedano, gli scalogni, i grani di pepe, il sale e riempite a tre quarti di acqua fredda. Portate a ebollizione e lasciate bollire per circa 10 minuti, aggiungete i filetti di pollo, fate riprendere il bollore e spegnete il fornello. Coprite e lasciate cuocere il pollo così per un paio d’ore a fornello spento.
Bollite le patate. Scottate gli asparagi (punte di asparagi) in acqua bollente per 5 minuti. Un suggerimento a proposito degli asparagi, per essere certi di servire solo la parte mangiabile, ed eliminare quindi la parte di gambo che altrimenti resterebbe nel piatto: quando li pulite spezzate con le mani la parte finale del gambo, si romperà da solo proprio nel punto giusto. Se poi vorrete recuperare la parte scartata potrete utilizzarla per una minestra o un passato.
Per il condimento, elemento importante per una ricetta così semplice, mescolate l’erba cipollina, l’olio, il succo di limone, il sale ed il pepe in una ciotola.
Disponete le patate affettate nel piatto e conditele con la metà del condimento, poi gli asparagi ed i petti di pollo tagliati a fettine in diagonale e versate sopra al tutto il condimento rimasto.