La battaglia di Crecy fu una delle più importanti della Guerra dei Cent’anni. Al di là de La Manica, mangiare una zuppa alla Crecy significa commemorare questa celebre e drammatica battaglia, in Francia invece significa gustare le migliori carote del paese, proprio quelle di Crecy, in Piccardia, cucinate con una gustosa e confortante ricetta.

FOSFORO

BASSO

POTASSIO

MEDIO

COLESTEROLO

BASSO
Per una porzione cotta (¼):

  • Proteine          7 g
  • Calorie            241 kcal
  • Potassio          5* medio
  • Fosforo           Basso
  • Lipidi              13 g
  • Colesterolo     22 mg
DOSI PER 4 PERSONE
TEMPO DI PREPARAZIONE 1 ora

INGREDIENTI

  • 350 gr di carote mondate
  • 50 gr di cipolla
  • 50 gr di riso per minestre
  • 20 gr di burro
  • 2 cucchiai di olio extra vergine
  • 20 gr di parmigiano grattugiato
  • Una modesta presa di sale

PER ACCOMPAGNARE

  • 4 fette di pancarrè , senza crosta, tagliate a dadini e abbrustolite
  • 20 gr di parmigiano grattugiato

ESECUZIONE

Raschiate le carote, lavatele bene, tagliatele a fette e mettetele sul fuoco con 3-4 litri di acqua fredda. Lasciatele bollire per 10 minuti, quindi scolatele.

A parte tritate la cipolla e fatela imbiondire in una casseruola con olio e burro, quindi aggiungete le carote precedentemente bollite e lasciatele insaporire per qualche minuto, rimestandole. Aggiungete poi circa 1 litro di acqua calda, fate riprendere il bollore e poi buttateci dentro il riso lasciando cuocere il tutto per circa mezz’ora.

Passate poi la minestra al passaverdure o frullatela, in modo da renderla cremosa.

Al momento di servire fate scaldare la crema ottenuta, regolatene, se del caso, la densità (aggiungendo un po’ d’acqua), insaporitela con il parmigiano ed il sale (poco).

Servitela ben calda accompagnata dai crostini di pane abbrustolito (disposti in una ciotola) e dal parmigiano grattugiato.